Kastrat

Unita Amminstrative Kastrat
– Malësi e Madhe

L’unità amministrativa di Kastrat si trova nel Nord Albania, al confine con il Montenegro. L’area di Kastrat è 133 km2, di cui 57 km2 sono coperti dalle montagne. Ha una popolazione di 11.800 abitanti. Il territorio amministrativo di Kastrat è composto dalla cittadina di Bajza e dai seguenti villaggi; Ivanaj, Aliaj, Gradec, Hot, Jeran, Pjetroshan, Rapshë, Vukpalaj, Premal, Goraj-Budishtë, Kastrat, Bratosh.

L’unità amministrativa di Kastrat è caratterizzata da un paesaggio eterogenea che va dalle rive del lago di Scutari ai pascoli alpini. Questa grande estensione geografica la rende un’area ricca di vegetazione diversificata. La vegetazione acquatica è caratterizzata principalmente da verbasco e canna domestica, mentre sulla riva del lago cresce il salice e il frassino d’acqua. Nell’area pre-montuosa e montuosa si trovano alcune specie di alberi tra i quali abete rosso, quercia, frassino, cardo, mirtillo rosso, prugna selvatica, ciliegio selvatico, pero comune, mela selvatica, nocciolo, noce. Tra le piante medicinali che crescono in questa zona, oltre alla salvia, si annoverano timo, camomilla, altea, papavero, salep, tè di montagna, fragola, violetta e betulla.

La zona di Kastrat ha buone opportunità di sviluppo turistico. Diverse parti del suo territorio sono ricche di bellezze naturali piuttosto attraenti. La parte più favorevole per lo sviluppo del turismo è la riva del lago di Scutari e in particolare Syri i Sheganit (L’occhio di Shegan) e Syri i Zi (L’occhio Nero) da cui sgorga acqua molto fredda, così come la parte rocciosa della montagna lungo una parte della sua costa principalmente nel villaggio di Gashaj. Qua si possono svolgersi sport acquatici.

Le tracce di abitazione nel territorio di Kastrat risalgono al periodo precedente alla nuova era. Siti storici e archeologici come quelli del Castello di Marshej, la grotta di Shkurtaj, grotta di Bajrak, varie tombe e molti altri punti, nonché studi etnologici, mostrano chiaramente l’origine illirica degli abitanti di questa zona, che si distinguevano per essere guerrieri coraggiosi e abili comandanti della guerra. Secondo la storia, Kastrat è inclusa nel principato dei Balshaj. Secondo una delle versioni, l’origine di Balshaj proviene da quartieri situati all’interno di Kastrat, come il villaggio di Balaj, Bajza o Balza. La stessa parola Kastrat deriva dalla parola che definisce il luogo delle guerre e della resistenza come castello, fortezza.

La storia di Kastrat si sviluppa passo dopo passo con l’istituzione della prima scuola nel 1901 a Bajza. E in seguito assistiamo allo sviluppo dell’istruzione generale in altri villaggi del comune. La chiesa di Katund (del Villaggio) (Kastrat) nel 1600, la chiesa di Bajza nel 1889 e la chiesa di Brigje nel 1800 hanno dato un grande contributo allo sviluppo culturale e sociale del Comune.